Statistiche degli AD Carry agli IEM 11 – Oakland

Large thumb featured image
Riparte la rubrica sui tiratori con il primo importante appuntamento successivo ai Worlds. Questo è stato un torneo particolare con tantissime rinunce da parte di squadre e ciò ha portato solo sei tiratori a contendersi questo trofeo la cui vincita garantisce l’accesso alle finali IEM di Katowice.

Sei squadre per sei tiratori, vale sia per i giocatori che per i campioni che si sono contesi la corsia inferiore.

La patch di questo torneo è stata la 6.21 quindi quella antecedente al grande aggiornamento degli assassini, il meta non sembra cambiato più di tanto da quello dei Worlds e questo forse è un brutto indice, ma c’è tutta la pre-stagione per intervenire a dovere. Quello di Oakland si è presentato come un torneo dalle basse prestazioni, ed è brutto dirlo, sin dalla prima partita. La critica non è per l’organizzazione ma per le squadre che non hanno mostrato un grandissimo livello, fatta eccezione per qualcuno ovviamente. 

Abbiamo visto sei tiratori contendersi la corsia inferiore in sedici partite, mentre un solo tiratore è presente in altre vesti seppur con esiti discutibili.
Il tiratore più giocato della corsia inferiore è il virtuoso Jhin che viene utilizzato ancora con la build coreana a causa della patch 6.21, l’esito del tiratore amante del teatro però non è roseo in quanto sono solo tre le vittorie in undici partite, due ban lo portano solo a sfiorare la presenza fissa durante la fase di scelta o ban.  

Ashe è la regina dei ghiacci e di questo IEM, sei vittorie in nove partite e tre ban per uno dei campioni più temibili della corsia inferiore. 

                                                      MVP: Ashe

Thumb tab3
Ezreal si fa rispettare con le sue tre vittorie in quattro partite, mentre Caitlyn è portatrice di delusione con le sue due sconfitte in altrettante partite. 

Varus
, che si sta dimostrando una valida risposta a Jhin, e Kalista, inaspettata presenza dato il suo pessimo stato come campione, chiudono il discorso con una vittoria a testa nell’unica partita giocata.

Nelle altre corsie abbiamo un solo tiratore, Miss Fortune che viene giocata come supporto per contrastare Zyra, stavolta l’esito è opposto a quello dei ROX Tigers, una sconfitta per lei in una sola partita.

Arriva il momento di conoscere i sei tiratori che si sono sfidati per la vittoria del torneo. 

Thumb 1micao
Il tiratore brasiliano è, forse, protagonista della peggiore prestazione mai osservata ad un torneo di un certo valore. L’unico, da me raccontato, ad aver raggiunto l’obiettivo del KDA pari a zero, neanche un minimo assist per il tiratore degli INTZ che si dimostra neanche vicino ai fasti del suo collega brTT (lo ricorderete per aver annientato Doublelift ai Worlds 2015). Una delusione immensa che viene disintegrata dal rivale Veritas (Unicorns of Love, Europa) con una facilità immensa.

Gli INTZ perdono 0-2 contro gli Unicorns of Love e in meno di un’ora salutano Oakland. MicaO vive la peggior prestazione mai osservata.


Thumb 2raes
L’altra wildcard, quella australiana, riesce a farsi rispettare un minimo dallo sfidante Fury (Longzhu, Corea) seppur non raggiungendo un KDA superiore ad uno. Il tiratore rappresentante dell’Oceania però ha dalla sua la giovanissima età, è meno di un anno che è presente nella scena competitiva e sembra far intravedere un barlume di speranza, magari potrebbe arrivare dove Raydere non è riuscito.

La prestazione è nettamente sotto la sufficienza, a differenza dei Worlds qui le wildcard rispettano il loro status. Male ma non malissimo, 0-2 contro i Longzhu e anche per loro un saluto rapido verso casa.


Thumb 3wildturtle
Il figliol prodigo del Team SoloMid tenta l’occasione di riconquistare la sua vecchia squadra siccome gli Immortals sono in odore di scioglimento ma fallisce clamorosamente l’appuntamento e la prima occasione di riscatto dopo i deludenti Worlds. raccimola poco oro, muore spesso e fa rivedere tutti i suoi difetti annullando molti dei progressi apparsi durante la sua carriera agli Immortals.

Si fa sovrastare da Veritas spesso e volentieri e cede incredibilmente il passo ai colleghi europei; i TSM perdono per 1-2 contro gli Unicorns e WildTurtle probabilmente risaluterà i compagni per altri lidi, una tartaruga così non è da grande squadra.


Thumb 4fury
Il suo viaggio si ferma alle semifinali, come quello di WildTurtle, ma paradossalmente è uno dei migliori tiratori del torneo e meriterebbe più del vittorioso DoubleRed (Flash Wolves, Taiwan) ma purtroppo si trova nella squadra col più alto potenziale inespresso della Corea del Sud. I Longzhu falliscono sempre nel momento decisivo e partecipano a questo IEM quasi per caso, Fury meriterebbe palcoscenici più importanti perché è il migliore per partecipazione alle uccisioni e il suo KDA è uno dei migliori (4.70).

Uno dei suoi difetti è sicuramente la incapacità di trascinare nei momenti chiave i suoi ma in corsia è uno dei più forti coreani, peccato davvero per uno dei miei tiratori preferiti. Vince prima 2-0 contro i Chiefs per poi perdere nettamente contro i Flash Wolves con lo stesso risultato, il crollo dopo la fase di corsia è troppo netto.


Thumb 5doublered
L’intento di DoubleRed era sicuramente quello di farsi notare per rubare il posto al collega storico NL ma sono sicuro che ci sia riuscito in parte. Il Taiwan ha un gravissimo punto debole proprio nel ruolo del tiratore e lo ha dimostrato con NL e AN, DoubleRed è sicuramente un piccolo passo in avanti perché il suo posizionamento è decisamente migliore, il suo difetto è quello di essere poco incisivo, cerca costantemente la cosa più sicura possibile risultando quasi ininfluente; se dovesse migliorare sotto questo punto di vista potremmo parlare del primo vero successore di BeBe.

Il suo viaggio finisce in finale dove cede anche lui il passo agli straordinari Unicorns of Love, 2-3 e Katowice purtroppo sarà vista solo in cartolina.


Thumb 6veritas
La sorpresa dell’IEM è lui, insieme ai suoi Unicorns of Love, che vincono l’intera posta in palio e si qualificano per le finali di Katowice, lui che neanche doveva partecipare a questo torneo e che starà ringraziando gli Splyce per aver dato forfait.

Il tiratore coreano conferma i suoi progressi e gioca ben dieci partite in due giorni ad altissimi livelli, il suo Ezreal è il suo marchio di fabbrica e la sua firma su questo torneo. Lui ha il miglior KDA del torneo 5.50 e potremmo parlare di prestazione perfetta se non fosse per una o due partite sbagliate sin dai primi minuti.

Il torneo si è dimostrato non di altissimo livello ma degli Unicorns così non ce li saremmo mai aspettati. La prova del nove la avremo a tornei più competitivi e, nel caso di esiti simili, quest’anno per i fan degli Unicorns ci sarà da divertirsi. 3-2 contro i Flash Wolves e si stacca il biglietto per Katowice.

P.S. EU > NA

Valentino Modestino 'Imperonism' Lombardi
Credits: lolesports.com