Quattro Voti in Pagella – LCS EU - Week #6

Large thumb featured image
Dopo la pausa dell’IEM di Katowice si riprende con le LCS europee e l’esito non cambia per niente. Chiusura con firma dei soliti Hans sama e Nuclear, mentre Zven (che stacca già il biglietto per i playoff) e Kobbe passeggiano sui rivali. HeaQ, Tabzz, Hjarnan e Steeelback non vedono l’ora che finisca questo split.

Patch 7.4 che cambia davvero poco, i tiratori giocati continuano a essere Jhin, Ashe e Varus, più Ezreal che insidia il trio, chiudendo con qualche sporadica presenza di Ziggs o Caitlyn, per delle novità bisognerà aspettare l’ottava settimana che si giocherà sulla 7.5.


Fnatic – Rekkles – Voto 6,5

Altra settimana di sofferenza per il campione svedese che si trova nel limbo totale della classifica, i Fnatic sono troppo forti per finire nei bassifondi ma non sono assolutamente al livello delle migliori. Non è lui a perdere contro Nuclear degli H2k ma il resto del suo team a sparire. Un game che coincide con una sconfitta e gli errori attribuibili a lui non ci sono, addirittura nella prima partita fa meglio di Nuclear. Questa situazione sarà un incubo per il povero tiratore abituato a ben altri palcoscenici.

“Come un auto sulla Salerno-Reggio Calabria”
KDA: 3,33


G2 Esports – Zven – Voto 7

Riprende la marcia inarrestabile (solo in ambito europeo, purtroppo) dei dominatori delle LCS. Settimana fin troppo facile dopo il torneo dispendioso, in termini di fatiche mentali, di Katowice, regolati i Vitality per 2-0 e lui veramente sembra camminare sulle nuvole. L’unica cosa che servirebbe a Zven è la capacità di giocare in questo modo anche fuori dai confini europei.
Qualificazione matematica raggiunta.

“Facile come rubare le caramelle ad un bambino”
KDA: 7,33

Giants Gaming – HeaQ – Voto 4

La pausa non gli fa assolutamente bene, peggiora rispetto alla scorsa settimana di LCS e lo si nota nella prima partita dove è totalmente impotente rispetto alla corsia infernale di Ziggs e Camille (Kobbe e Mikyx degli Splyce), nella seconda si riprende un po’ per quanto riguarda il posizionamento, ma i danni sono assolutamente insufficienti, addirittura meno di chiunque. Si sta, purtroppo, adattando al livello dei suoi compagni e gli pesa l’assenza di un toplaner affidabile.

“Il tiratore nemico è come David, uccide sempre il gigante”
KDA: 1,25

H2k-Gaming – Nuclear – Voto 7,5

L’assaggio di internazionalità col torneo di Katowice gli dà sempre maggiore confidenza in Europa ma la serie contro i Fnatic poteva andare sicuramente meglio sotto qualche aspetto. La sua prima partita della serie non è stata giocata male ma poteva fare sicuramente di più perché Rekkles gli ha tenuto testa riuscendo persino a stargli sopra complessivamente, questo però serve a liberare la bestia che è dentro di lui perché nella seconda partita è stato il dominatore assoluto della scena.
Ottimo così.

“Una bomba che ha bisogno di essere caricata un po’”
KDA: 13,00

Misfits – Hans sama – Voto 8

Cosa bisogna dire ancora di lui che non è stato già detto? Non è più il tiratore del futuro perché il presente se lo sta prendendo con la forza. È il trascinatore per eccellenza di questa squadra che sta stupendo (tranne gli addetti ai lavori) tutta l’Europa. Il prodigio francese sa abbinare un eccellente posizionamento ad una quantità di danni mostruosa risultando sempre tra i pericoli maggiori della sua squadra, cosa che ogni tiratore dovrebbe essere. Voto non altissimo per i suoi standard a causa del piccolo passo falso contro gli Origen nella prima partita, per sua fortuna si riprende subito e la porta a casa con un 2-0 netto, così come succede contro gli Unicorns of Love (vittoria per 2-1) asfaltando Samux.

“Il Luka Dončić delle LCS europee”
KDA: 11,67

Origen – Tabzz – Voto 6,5

Una serie assolutamente dignitosa se solo immaginiamo che al suo fianco ha avuto xPeke, come supporto. Ezreal è nelle sue corde e lo dimostra arrivando persino a mettere in difficoltà Hans Sama nella prima partita della serie. Ogni tanto ha questi sprazzi di consistenza che danno l’apparenza che sia la volta buona per un primo game vinto, ma poi la storia è sempre la stessa.
Origen in una situazione disastrosa, così come lo scorso split, errare è umano ma perseverare è diabolico.

“Forse la propria cameretta non era così male”
KDA: 2,75

Splyce – Kobbe – Voto 7,5

Il KDA è lo specchio di quanto sfidare i Giants sia ormai una passeggiata di routine. Ottima serie di Kobbe che riesce praticamente sempre a fare la cosa giusta nel posto giusto e sovrasta sotto ogni aspetto possibile il rivale HeaQ. Il mezzo voto in meno è dovuto solo alla troppa facilità della serie che è indice, per motivi noti, di maggiori demeriti avversari più che meriti propri.

“Guarda mamma! Senza mani!”
KDA: 15,00

Team ROCCAT – Hjarnan – Voto 5

A lui verrebbe da chiedergli le stesse cose che potremmo chiedere a Tabzz, era davvero necessario prender parte ad un progetto perso in partenza? VandeR insegna che conta più il progetto futuro del presente e magari uno split in Challenger Series per riprendersi con tranquillità e delle basi solide non sarebbe stato così male. La sua serie non è così negativa ma per il semplice fatto che non fa davvero nulla per cambiare le sorti di una partita, sembra già arreso in partenza cercando di non fare ulteriori danni.

“Bandiera bianca issata”
KDA: 1,67


Team Vitality – Steeelback – Voto 5,5

Il tiratore francese lo conosciamo, ama soffrire e vivere delle situazioni estremamente complicate. I Vitality stanno vivendo anche loro una fase di pessima gestione che colpisce direttamente anche i giocatori, Steeelback cerca di fare del suo meglio come sempre riuscendo persino a fare un po’ più danni di Zven nella seconda partita della serie contro i G2 ma non serve a nulla se il tuo team non esiste e se la sinergia non è assolutamente parte di questa squadra. Ci vorrebbe un pessimo voto solo per lo staff di questa squadra, Steeelback è lasciato da solo, al buio.

“Sedotto e abbandonato, come sempre.”
KDA: 2,40

Unicorns of Love – Samux – Voto 5

Samux continua la sua discesa ripida e mostra di pagare tantissimo la stanchezza mentale, la prima parte di split evidentemente è stata giocata sfruttando tutta la sua forza che aveva perché è arrivato alla sesta settimana (e dopo un IEM su bassi livelli) spompatissimo. Se si vince non è merito suo perché riesce sempre a fare pochissimi danni. Nella serie contro i Misfits si fa letteralmente dominare da Hans sama che gli dà lezioni sotto ogni aspetto mentre contro i ROCCAT riesce solo a pareggiare i conti contro uno Hjarnan che ormai non chiede più niente a questo split.

“Schermata blu di Windows”
KDA: 2,625


Valentino Modestino 'Imperonism' Lombardi